Subdolo incontro un giorno fa pomeriggio all’ Auditorium dell’Annunziata: emozioni, ricordi e tanta musica avvincente.

Subdolo incontro un giorno fa pomeriggio all’ Auditorium dell’Annunziata: emozioni, ricordi e tanta musica avvincente.

Ad presentarsi sul tavolato, durante il penultimo flirthookup appuntamento della 61° clima concertistica della associazione Musicale Sulmonese la ragazzo e talentuosa pianista moscovita Varvara Nepomnyashchaya mediante un concerto impeccabile ed emozionante annesso al memoria confuso di Filippo Tella. E Il testo dedicato La musica: arbusto ancestrale della creato (Amaltea Edizioni) e una relazione diffusa per scritti e scaletta, bambino di riflessioni, aneddoti, studi, incontri e intuizioni sviluppati da Paolo Spigliati nell’arco di cinquanta anni. E’ il racconto di un’esperienza di persona nella musica e in la musica, ricco di spunti e considerazioni trasversali, dall’architettura all’acustica, dalla medicina alla coscienza, dalla fatto della musica per quella dell’associazione cosicche, irreparabilmente, si combina anche insieme la immagine culturale della nostra amata citta.

’ stato difatti presentato all’epoca di la bellissima festa, un libro per lui specifico e scrittura da Paolo Spigliati, fautore e appaiato nella feconda fatto dell’associazione sulmonese.

Ad divertire questa avvincente evento, la destrezza della pianista Varvara Nepomnyashchaya unitamente un esplicativo musicale vocato al resoconto di coppia geni indiscussi della musica universale: Wolfgang Amadeus Mozart (1756 –1791) e Fryderyk Chopin (1810-1849). La geniale pianista, docente dal 2011 presso l’corporazione di Amburgo di Musica e pubblico, ha vinto numerosi premi e borse di universita sopra vita anticipato, modo colui della J.S. Bach Competition di Lipsia nel 2006. Da diversi anni si esibisce in nazione e all’estero appena solista insieme varie orchestre da locale e orchestre sinfoniche.

Del esperto salisburghese ha eseguito la Sonata durante piano n. 4 in Mi bemolle progenitore (K 282) etichetta nel 1774 e brandello di un periodo di sei sonate durante piano. La sonata e costituita da tre tempi (adagio, minuetto e allegro): il passato tempo e assai melodico e moderatamente pigro quando il estraneo periodo e brillante e parecchio beato. A seguire la visione mediante do junior KV396 del 1782, incompiuta e completata forse da Maximilian Stadler. Questa difetto non ne diminuisce assolutamente la autorita, l’ampiezza delle sue sezioni e l’intensita introspettivo. Ed infine, la popolare Sonata verso piano n. 10 per Do maggiore K 330. L’epoca della sua composizione e incerta: datata subito al 1778, con scorta il musicologo Alan Tyson, mediante un’analisi della pianta dei manoscritti, ha proposto la data al periodo compreso fra il 1783 e il 1784. Scritta unitamente avvedutezza, offre una visione musicale brillante, giocosa, ricca di abilita di scale ed arpeggi.

Di Fryderyk Chopin la immaturo pianista, vincitrice frammezzo a l’atro del onore Geza Anda 2012, circa il piu autorevole partecipazione pianistico multirazziale, ha eseguito le quattro ballate per pianoforte scritte dal capo polacco con il 1831 e il 1842. Le opere (canzone n. 1 durante sol minore op. 23; poesia n. 2 con fa preminente op. 38; canzone n. 3 sopra la bemolle progenitore op. 47; canzone n. 4 con fa ultimogenito op. 52) sono la fusione dell’innovazione e del consolidamento musicale di Chopin: sono un sommario di tutti gli stili, di tutti i generi trattati dal musicista, dal rondo alle variazioni alla sonata, assimilando di nuovo segnali tipici di forme da lui uguale create oppure rivisitate, che i notturni ovverosia gli studi.

L’acclamato bis ha regalato all’attento generale sulmonese paio composizioni legate al timore del composizione ed ai suoi autori: il Rondo verso piano in monarca antenato K 485 di Wolfgang Amadeus Mozart e un inizio di Fryderyk Chopin.

Attuale fatto e condizione un accaduto e un concessione verso pochi, purtroppo. Eppure nella attesa giacche la scrupolosita di una resurrezione comune, economica e istruttivo di un intera associazione possa assentarsi di originale e attraverso la musica e la immagine di vite dedicate ad essa.

Prossimo ritrovo L’ULTIMO DELLA CLIMA

Domenica 16 marzo alle ore 18:00, appresso il teatro civile Maria Caniglia si terra un imperdibile intesa, l’ultimo della 61° clima concertistica della compagno Musicale Sulmonese.

Ad presentarsi sara il pianista e compositore di voce internazionale BRUNO CANINO insieme la NEW ART ENSEMBLE, un’orchestra cameristico-sinfonica mediante una istruzione generalmente unica. L’organico prevede sedici solisti di cui otto fiati, tre archi, quattro percussionisti ed un pianista.

Diretta da Maurizio Boriolo, computo nel adatto animale prime parti del regale di Torino, della Sinfonica RAI, nonche parte dei percussionisti del sfondo Alla successione di Milano.

Verranno proposte composizioni di Leonard Bernstein, George Gershwin, Henry Mancini, Ennio Morricone, Nino Rota e Maurice Ravel.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *